PREVENZIONE

Perchè prevenire è meglio che curare!


Prevenire significa prendersi cura di noi stessi giorno dopo giorno.


La Prevenzione

La prevenzione orale si basa su un insieme di manovre e di piccole abitudini atte ad evitare il manifestarsi di patologie, quali ad esempio la carie e la malattia parodontale. Ma non scordiamoci che tutto ciò sarà il risultato di una costante collaborazione tra paziente, igienista dentale e dentista.

Spazzolare
Spazzolare i denti almeno 2 volte il giorno per almeno 3 minuti è una buona abitudine a tutte le età. Ma ricordiamoci che lavarsi i denti non serve soltanto ad ottenere un alito più fresco ma serve prima di tutto ad asportare la placca batterica. L'azione del dentifricio sarebbe addirittura superflua in quanto l'efficacia determinante è data dall'azione meccanica e cioè dal
movimento dello spazzolino!
Come farlo
E' fondamentale fare in modo che lo spazzolino si muova sempre partendo dal margine gengivale verso l'estremità del dente, trascinando la placca batterica verso l'esterno. Cercate di evitare di muovere lo spazzolino "su e giù" o lateralmente come spesso accade; questi movimenti oltre a non essere efficaci, possono arrecare spiacevoli lesioni gengivali.
Quali scegliere
Il mio consiglio è di scegliere uno spazzolino con setole medio/morbide, manico dritto e testina abbastanza piccola, in maniera tale da consentire di pulire anche i punti della bocca più nascosti e difficile da raggiungere. Non appena noteremo che le setole dello spazzolino iniziano ad aprirsi, sarà giunto il momento di cambiarlo. In ogni caso, evitiamo di tenere lo stesso spazzolino per più di 2 mesi.



Spazzolino Elettrico
Se invece avete scelto di utilizzare uno spazzolino elettrico vi consiglio di alternarlo sempre allo spazzolino manuale, (esempio: al mattino quello manuale, la sera quello elettrico). Ricordatevi che, nell'utilizzo dello spazzolino elettrico sarà necessario soltanto appoggiare la testina rotante sulla superficie del dente per qualche secondo, senza muovere lo spazzolino! Poi passerete al dente successivo e via via fino a spazzolare tutta la dentatura. A questo punto, se desiderate avera la conferma di aver spazzolato nella maniera corretta, provate a far scorrer la lingua sulla superficie dei denti per sentire se vi sono ancora delle zone di ruvidità e controllate con lo specchio di non aver lasciato residui di placca!
Il filo
Non resta altro che passare al filo interdentale, scegliendo preferibilmente un filo di tipo "non cerato". Se ancora non siete abituati a passare il filo ogni sera, potreste iniziare a prendere l'abitudine in maniera graduale, ad esempio, inizialmente potreste provare con 2 sere a settimana per poi aumentare col tempo. Il modo di tenere il filo interdentale è molto importante. Per prima cosa dovrete spezzare un pezzo di filo interdentale di circa 18 centimetri. Arrotolarne le due estremità attorno a ciascun dito medio di ogni mano e con l'aiuto di indice e pollice andrete a farlo scorrere tra dente e dente fino ad arrivare leggermente sotto la gengiva.
Lo scovolino
Un altro ausilio molto efficace nella pulizia degli spazi interdentali è lo scovolino, indicato particolarmente nei pazienti portatori di apparecchi ortodontici e protesi fisse, ad ogni modo chiunque può usufruire di uno scovolino. In commercio ne esistono vari tipi tra cui quelli di tipo tascabile, facilmente maneggevoli e comodi, anche quando ci troviamo fuori casa. Vi ricordo che dopo aver fatto scorrere lo scovolino per 2 o 3 volte tra dente e dente, sarà buona regola di igiene orale sciacquare la testina dello scovolino prima di passare allo spazio successivo!



Il Collutorio
A tutto ciò potrete aggiungere uno sciacquo con un buon collutorio (privo di alcool) che può aiutare a mantenere più a lungo l'alito fresco, ma è importante sapere che nessun tipo di collutorio ha la capacità di rimuovere la placca, per cui il suo utilizzo ha senso solo e soltanto se la bocca è già stata pulita!
Inoltre è importante sapere che l'abusa di collutori potrebbe causare pigmentazioni scure sui denti.
I miei Consigli

  • Non Fumare - Il fumo, oltre a favorire i tumori del cavo orale, macchia i denti, favorisce l'infiammazione gengivale e causa l'alitosi.

  • Limita il consumo di alcool - L'alcool favorisce infatti i tumori del cavo orale e fastidiose patologie della mucosa orale (gengiviti, afte, ulcere ecc..)

  • Cura l'alimentazione - Evita troppi cibi zuccherati (gli zuccheri si trasformano in acidi e attaccano lo smalto provocando la carie) e cerca di bere molta H2O (questa favorisce la detersione della bocca).

"Sorrisi, pianti, baci, parole, tutto grazie alla bocca. E' il nostro mezzo più importante per comunicare con gli altri ed il mondo che ci circonda. E' il nostro biglietto da visita ma anche il nostro filtro emozionale. Prendersene cura giorno dopo giorno è un gesto di rispetto e di amore con noi stessi e con il prossimo. Ricordatevi che, effettuare l'igiene orale prefessionale ogni 6 mesi oltre ad essere una buona regola di igiene orale può essere anche l'occasione per discutere ed avere chiarimenti riguardo l'argomento, quindi non esitate a fare domande! Grazie"

Dott.ssa Martina Ancillotti